CONTEMPORARY WALLPAPER


E' una carta da parati per interni in tessuto non tessuto (TNT) con un strato superficiale in vinile applicabile in ambienti residenziali, commerciali e contract.
Dalle immagini fotografiche al dipinto su parete, dal tromp l’oeil ai macro-disegni su sfondi materici: tutto si verticalizza e diventa pattern a parete, creando effetti visivi inaspettati


VEDI COLLEZIONI

WET SYSTEM™


E' la carta da parati con brevetto depositato per bagno, doccia e ambienti umidi che combina le proprietà impermeabilizzanti delle membrane liquide con l’alto potere decorativo della carta da parati Wall&decò.
La carta da parati WET SYSTEM™ e' adatta per applicazione su superfici in intonaco civile, calcestruzzo, cartongesso, vetro e piastrelle ceramiche e resistente ai detersivi ad uso domestico, all'ingiallimento e all'abrasione.


VEDI COLLEZIONI

OUT SYSTEM™


E’ una carta da parati per muri esterni e facciate che abbina all’aspetto decorativo, funzione primaria della carta da parati, la capacità di consolidare il supporto murale su cui viene applicato, resistendo a urti, strappi e abrasioni.
La carta da parati OUT SYSTEM™ è un prodotto testato in laboratorio ed è garantito nelle sue prestazioni tecniche per la durata di 10 anni.


VEDI COLLEZIONI

NEWS


SCOPRI LE NUOVE COLLEZIONI WET SYSTEM E OUT SYSTEM

BOLOGNA / 26-30 SETTEMBRE
HALL 22 / STAND A142


IL NUOVO SHOWROOM DI MILANO

via Solera Mantegazza, 7
t. +39 02 87186247

PROJECTS

20.09.2016

WALL&DECO' WET SYSTEM ALLA FIERA DECOREX CON WEST ONE BATHROOM


LONDRA, 18-21 SETTEMBRE 2016, STAND G35
14.09.2016

A Riga i nuovi spazi di Bank M2M Europe Office


Un progetto di ristrutturazione che trae ispirazione da una Venezia rinascimentale, interprete di lusso, prosperità e intelligenza. Alle pareti il soggetto Flamboyant, una carta da parati raffigurante le volte stilizzate di un palazzo antico, che inganna lo sguardo e trasporta verso altre epoche.
Project: Vincents Arhitektura
Photographer: Martins Kudrjavcevs
07.09.2016

Il ristorante Zweisinn Meiers I Bistro I Fine Dining a Norimberga


Con il concetto di bistrot e ristorante raffinato lo spazio offre agli ospiti diverse esperienze culinarie in un'atmosfera calda e soffusa, rischiarata dalle ampie vetrate e dalla carta da parati sui toni azzurri che riprende i colori dell'esterno.
Progetto: Pfriem Innenarchitektur
www.pfriem-innenarchitektur.de
31.08.2016

Uno speciale sul numero di settembre di H.O.M.E Germania


L'intervista a Christian Benini, fondatore e art director di Wall&decò, sul ritorno della carta da parati e il suo potere decorativo attraverso le tappe principali del brand.

Leggi il testo completo:

Cambiamento a carta da parati .
Il rivestimento della parete celebra la sua rinascita: la carta da parati è tornata e sembra più giovane di prima. H.O.M.E. ha parlato con Christian Benini, fondatore e direttore creativo di Wall&decó, del grande comeback di un elemento decorativo

H.O.M.E: In origine fotografo pubblicitario, la Sua idea di fondare Wall&decó è nata per caso. Per favore, ci racconta come è successo?
C.B: Undici anni fa dovevo fare un servizio fotografico di alcune borse e mi è venuta l'idea di fare un pattern di foglie come fondale. Ho fotografato delle foglie grandi, poi le ho moltiplicate e stampate su una tela. Solo dopo ho valutato il potenziale del fondale nel mondo dell'arredo. Ho mostrato il pattern a un architetto di mia conoscenza e a lui è piaciuto così tanto che mi ha proposto di esporre nel suo punto vendita. E da li tutto è cominciato.

H.O.M.E: Come le Sue collezioni si distinguono dalla carta da parati tradizionale?
C.B: Il successo del brand è stato abbastanza immediato perché quello che oggi risulta normale, quasi banale, 11 anni fa era un'assoluta novità: non la ripetizione di pattern e forme geometriche, che sono tipici della carta da parati tradizionale, ma macro-immagini dal forte effetto materico, riproporzionate ogni volta a parete.

H.O.M.E: Percepisce la Sua collezione come una parte dell'architettura d'interni?
C.B: Fin dall'inizio non ho mai vissuto i nostri rivestimenti come semplice carta da parati ma piuttosto come veri e propri complementi d'arredo con la stessa valenza che hanno, per esempio, un divano o una console. Questo approccio si mostra non solo a livello di sviluppo grafico della collezione, ma anche a livello di destinazione d'uso. Quindi abbiamo sviluppato non solo la collezione „Contemporary Wallpaper", una carta da parati per interni in tessuto non tessuto con un strato superficiale in vinile ma anche la collezione „Out System", una carta da parati per muri esterni , e la collezione „Wet System", una carta da parati totalmente impermeabile per tutti gli ambienti umidi come il bagno.

H.O.ME: Per tanto tempo il decoro murale era fuori moda. Come si spiega il suo comeback?
C.B: Penso che il ritorno alla carta da parati sia stato fisiologico. Moda e design sono fatti di cicli – e a volte ahime anche di ricicli. Per fortuna con la carta da parati non è stato cosi: si è soprattutto recuperato il senso decorativo che la carta portava in sè, ma con supporti completamente diversi e con nuove tecniche di stampa – per esempio la stampa digitale – che hanno permesso offerte di decoro assai più ampie.

H.O.M.E: Viviamo in un tempo, nel quale l'ornamento coincide col nostro spirito del tempo?
C.B: Sicuramente le nostre case e il modo in cui ci vestiamo sono uno specchio della società presente – e più in generale dello spirito del tempo. La decorazione è nuovamente legittimata – e la carta da parati, più di altri prodotti, si inscrive in questo nuovo mondo, proprio perché la sua è una funzione puramente ornamentale e decorativa.

H.O.M.E: Lei è il direttore creativo dell'azienda. La Sua formazione da fotografo influenza anche il design della collezione? Disegna ancora anche Lei?
C.B: Si, continuo a firmare una parte della collezione. Parto sempre da un approccio fotografico, perché quella è la mia formazione e la mia passione iniziale. 

H.O.M.E: Collabora con tanti creativi diversi. Come li sceglie?
C.B Mi piace collaborare con artisti e designer che siano interpreti di esperienze creative eterogenee: dal disegno a carboncino al dipinto su parete, dalla stampa su tessuto all'immagine fotografica, dalla grafica 3d all'incisione: Tutto può diventare pattern a parete, creando effetti visivi inaspettati.

H.O.M.E: Esistono dei colori, forme o pattern atemporali? C.B: Atemporali sono per me il bianco e nero. E' interessante vedere come una grafica in bianco e nero, se interpretata con i trend cromatici del momento, possa creare atmosfere completamente diverse da quelle pensate in origine. Ritengo che la forza di una carta da parati stia più nell'uso sapiente del colore che nella forma in sè.

H.O.M.E: Esistono errori che si ripetono spesso? Come si possono evitare?
C.B: C'è una tendenza abbastanza diffusa: crediamo che una parete in carta da parati sia „per sempre" – il che fa scegliere spesso soluzioni soft e „sicure", senza lasciarsi la possibilità di osare colori o fantasie più audaci che ben ci rappresentano ma che temiamo possano poi stancarci con il tempo.

H.O.M.E: Come descrive il buon gusto di oggi?
C.B: Per anni il design è stato segnato dal minimalismo, che portava in sè sempre una certa eleganza. Per certi versi era abbastanza facile avere buon gusto e non sconfinare nel cattivo gusto. Oggi invece con il ritorno del decoro il buongusto è più „precario" perché verte su un gioco di equilibri tra pieni e vuoti e tra colore e non colore. Quindi è più difficile trovare la soluzione giusta ma che, se raggiunta, porta ad un'eleganza mai scontata e banale.


25.08.2016

UN'AREA BAGNO CON ATMOSFERE VITTORIANE


Un gioco d'ombra virtuale quello tra il lampadario in cristallo appeso al soffito e lo chandelier a parete che ne riprende le forme. collezione WET SYSTEM - carta da parati: Viktoria Progetto: weggenmann.innenarchitektur.de
03.08.2016

51 FIFTEEN CUISINE AND COCKTAILS: the place to be


All'interno di Saks Fifth Avenue a Houston, il nuovissimo ristorante offre un'atmosfera esclusiva e sofisticata grazie ad un sapiente mix di materiali preziosi: il marmo si mescola all'ottone e ai velluti nei toni eleganti del blu Protagonista sullo sfondo la carta da parati Cinetica, un fiore in apparente movimento che conferisce ulteriore profondità agli spazi.
Progetto: Contour Design Interior / Be Design Ph: Julie Soefer Photography
27.07.2016

ATMOSFERE DA RIAD IN CENTRO CITTA'


Un'elegante sala da bagno che sceglie un continuum decorativo tra le pareti e il vano doccia: un pattern all over in bianco e nero, in bilico tra giochi optical e sapori medio orientali. Collezione WET SYSTEM Carta da parati: Dharma Style
Progetto: Ma.Ma Interior Design Bologna Ph: Elettra Bastoni
13.07.2016

SAPORE DI MARE


Una finca a Ibiza che porta in interno la luminostà di una giornata di mare. Arredi freschissimi all'insegna del bianco, in un'eleganza sobria e raffinata dove il total white fa da cornice alle pareti di carta da parati, protagoniste delle varie stanze, compresa la salle de bain dove uno stilizzato nuotatore si tuffa letteralmente nella doccia. Progetto: 2m Innenarchitekten
06.07.2016

A COLAZIONE TRA LE MAIOLICHE


Una caffetteria a Weinheim in Germania dove gli spazi sono interpretati all'insegna della freschezza: arredi puliti e minimali in legno si abbinano con le pareti, dove la carta da parati TELL ME TILES, che riproduce il pattern di vecchie maioliche consumate dal tempo, conferisce una nota di colore senza alterare la delicatezza cromatica dell'insieme. Progetto: Korte Einrichtungen
01.07.2016

Mercatovecchio Luxury Suites, un nuovo concetto di ospitalità contemporanea.


Poche esclusive suites , ognuna con un filo conduttore, che si sviluppa dagli arredi alle pareti - un vero viaggio, che inizia con un mappamondo a tutta parete nella hall per poi attraversare la Russia, il Marocco, l'India e l'Africa attraverso carte da parati evocative dei singoli paesi e in grado di connotare fortemente gli spazi. Progetto: Arch. Veronica dall'Aglio - Ph: Massimo Crivellari
29.06.2016

OUT SYSTEM VA A PALAZZO


E' in provincia di Udine la facciata di una casa personalizzata con Out system, la carta da parati per esterni - una grafica in bianco e nero, tra rimandi tribali e grafismi pop, che spezza la monocromia della parete esterna conferendole un nuovo impatto visivo.
Progetto: RB Progetti
22.06.2016

GIO PAGANI WALLPAPER - IL VIDEO BACKSTAGE


Anche quest'anno si rinnova la collaborazione con Gio Pagani: il designer ha sviluppato una capsule di carte da parati declinate su più trend, che vanno dalle astrazioni di macro-optical e micropattern in 3d per arrivare a soggetti piu figurativi, evocativi di atmosfere del Sol Levante. Guarda il video che illustra il backstage del set fotografico del catalogo"
17.06.2016

IL RESTYLING VA IN OSTERIA


Andare al ristorante è una questione di gusto. Non solo per il cibo ma anche per le atmosfere - è cosi che l'osteria Calvi di Altamura si rinnova proponendo un ambiente caldo che vede protagonisti i toni raffinati del marrone- grigio e del blu-turchese della carta da parati LUVIENTO, che conferisce un forte aspetto materico alle pareti. Progetto: Giovanni Pesce
08.06.2016

TRATTORIA TROMBETTA: LO CHEF STELLATO GIANCARLO MORELLI APPRODA A MILANO


Un confronto sul genere trattoria, però reinterpretato in maniera innovativa - un mix tra storico e contemporaneo sia dal punto di vista del menù sia da quello del design, dove la semplicità dei materiali si sposa con elementi preziosi. Il progetto elegge il bianco e nero quale linguaggio cromatico per gli arredi e e le pareti, dove la carta da parati FRUSCIO riprende la dicotomai cromatica in un gioco tra pieni e vuoti che conferisce profondità agli spazi.
01.06.2016

A ZURIGO L'ESTERNO SI FA INTERNO


Un appartamento in un grattacielo con vista mozzafiato su Zurigo. L'idea del progetto "City Haze"è quella di portare i colori dell'esterno all'interno dei locali dando maggiore profondità alle pareti. La scelta per dilatare gli spazi: la carta da parati Durch che simula una vetrata verso l'esterno, creando un'armonica continuità tra interno ed esterno. Progetto: Rossi Interiors